16 Febbraio 2021
16.1: Prà da Smens

Il progetto avvierà in Piemonte una filiera delle sementi erbacee autoctone a elevata biodiversità, dette ‘sementi per la preservazione’ (come definite dalla direttiva 2010/60/UE e D.Lgs. n. 148/2012) o ‘sementi autoctone di origine locale’ (secondo le ‘Misure di conservazione per la tutela della Rete Natura 2000 del Piemonte’, DGR 54-7409/14 e modifiche), per la realizzazione di inerbimenti con finalità anti-erosive, produttive e ambientali (inerbimenti tecnici, ricostituzione di prati, pascoli, fasce tampone, ecc.). La filiera è stata organizzata con l’obiettivo di ridurre al minimo il numero di intermediari, così da abbassare il costo delle sementi autoctone e renderlo paragonabile a quello delle sementi commerciali attualmente in uso. Si realizzerà un portale informatico dei ‘siti donatori’, ovvero delle praterie naturali e semi-naturali certificate dalle quali sarà possibile raccogliere la semente. Il portale rappresenta lo strumento che permetterà alle imprese committenti (impianti sciistici, imprese forestali, cave, aziende agricole, ecc.) di contattare direttamente le aziende agricole aventi titolo di conduzione dei siti donatori, svolgendo quindi una funzione simile a un ‘catalogo delle sementi autoctone’.

Di seguito elenchiamo il gruppo di cooperazione:

  • Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari (DISAFA). (Capofila)
  • Istituto per le Piante da Legno e l’Ambiente (IPLA).
  • Federazione Provinciale Coldiretti Torino
  • Institut Agricole Régional (IAR)
  • Parco Monte Barro
  • Parco Naturale Alpi Marittime
  • Società AGRI-SERVIZI
  • Azienda Agricola Vaira Filiberto
  • Monterosa s.p.a., Colomion s.p.a.,
  • Frabosa Ski 2000,
  • Riserva Bianca Limone LIFT s.p.a.
  • Buzzi Unicem s.p.a.

Consorzio Forestale Alta Val di Susa.

Scuola di pastorizia – secondo modulo

Clicca qui per scoprire tutte le informazioni

APP Campagna Amica