6 Luglio 2021
Pecetto ha il nuovo record del mondo delle ciliege!

Nella terra delle ciliegie, la Carmen supera i 33 grammi

Sono una famiglia di tre persone, due fratelli e la mamma e coltivano ciliegie da 4 generazioni in una splendida cascina, comprata nel 1915 dal bisnonno a Pecetto, nella collina torinese, sulle morbide colline che diradano a est, sud-est e che hanno fatto la storia della ciliegia italiana. Alberto, Giuseppe e mamma Maria Teresa Rosso gestiscono l’azienda di famiglia da oltre 50 anni e col tempo la tecnica si è affinata. Nell’azienda Cascina Canape allevano anche un migliaio di maiali, una decina di vacche, hanno del grano e un po’ di mirtilli ma soprattutto hanno 6 ettari di coltivazione vocata quasi interamente alla coltivazione delle ciliegie, ovvero la cerasicoltura.

Hanno 70 varietà di ciliegie tra cui anche le famose e storiche varietà locali Vittona e Galuciu. La Vittona è tenera a frutto dolce, con buccia di colore scuro e polpa di scarsa consistenza che matura nella prima decade di giugno, la Galuciu è invece un durone a frutto con buccia di colore rosso scuro e polpa consistente, una pianta più rustica e particolarmente adattata alla zona.

Martedì 22 giugno, però, i fratelli Rosso hanno chiamato gli esperti per un altro motivo: una delle loro ciliegie, di varietà Carmen, varietà a maturazione medio-precoce con pianta di vigore medio-elevato e portamento assurgente, quest’anno sta raggiungendo dimensioni davvero importanti e da record. «È da qualche anno che notiamo che le nostre ciliegie Carmen hanno dimensioni da Guinness dei primati e quest’anno abbiamo deciso di fare le cose per bene», racconta Alberto Rosso.

L’azienda vende quasi l’intera produzione in Piemonte e nel Nord Italia, anche attraverso i mercati di Coldiretti di Campagna Amica, in vari punti vendita e una parte anche all’estero negli Eataly di Monaco e Parigi. Il primato di ciliegia più pesante al mondo spettava a Ferrara che con 26 grammi aveva riportato nel 2020 il primato in Italia. Ma nell’azienda di Pecetto, i 26 grammi vengono raggiunti molto spesso, la media si aggira tra i 28 e i 30 grammi con punte di 33-34 grammi. Misure da primato del mondo. Così, i fratelli Rosso, seguendo il regolamento dell’istituzione nata a Dublino nel 1955 e ora con sede a Londra hanno i misuratori ufficiali italiani dell’INRiM, l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica che con una bilancia precisa al decimillesimo di grammo hanno certificato la misura record di 33,0518 grammi.

Sabato 3 luglio è arrivata anche la risposta ufficiale da Londra. Pecetto ha il nuovo record. Il regolamento, infatti, vuole dei testimoni, tra cui un’agronoma, un pubblico ufficiale e un video integrale che dimostri la correttezza della taratura della bilancia e della misurazione, certificata dalla compilazione di una serie di documenti.

Il presidente di Coldiretti Torino, Fabrizio Galliati, commenta: «Quando Alberto mi ha chiamato, ho subito pensato che poteva essere la volta buona. Questa è una zona vocata alla coltivazione di ciliegie e alla cerasicoltura, e questa storia dimostra che la qualità, il lavoro e gli investimenti pagano. Nonostante la gelata di aprile la produzione è stata buona e la pezzatura è davvero incredibile. Ciliege di media da 26-28 grammi con punte da 30 grammi sono un eccellenza di questo territorio. L’azienda Rosso ha puntato molto sulla qualità e ha investito negli anni in questa direzione, e questo lavoro sta dimostrando che puntare sulla qualità dà molti frutti, è proprio il caso di dirlo, anche grazie all’assistenza tecnica offerta in questi anni dai tecnici Coldiretti».

-52-ColdirettiTorino2021

APP Campagna Amica
Progetto Info PAC

INFO PROGETTO PAC: Apri l'articolo    

Leggi tutti gli articoli

Leggi tutti gli articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi