3 Febbraio 2021
Al via il Progetto C.I.B.I. Comunità Innovanti, Buone, Inclusive

Coldiretti Torino propone il progetto per il 2021 sostenuto dalla città di Moncalieri

 

MONCALIERI Anche per il 2021 prosegue la collaborazione tra Coldiretti Torino e la città di Moncalieri. L’obiettivo non è cambiato: fare di Moncalieri un modello di città innovativa, promuovendo un modello di viluppo equo, sostenibile e valorizzante le risorse produttive locali. Sul territorio di Moncalieri, in questi anni, sono stati sperimentati nuovi modelli di rete multisettoriali, multilivello e innovative, facendo incontrare soggetti diversi quali: imprese agricole e agroalimentari, associazioni e cooperative attive nella promozione del welfare, funzionari, istituzioni locali, università ecc.

Lo strumento che fa da cornice al progetto C.I.B.I. ed entro cui muoverà le sue azioni è l’Accordo quadro, sottoscritto a novembre del 2019 dal sindaco Paolo Montagna e dal presidente di Coldiretti Torino Fabrizio Galliati. In linea con l’Accordo quadro, sono previste azioni di valorizzazione dei prodotti locali con animazioni rivolte alla cittadinanza nelle principali fiere agroalimentari della città (Fëra dji Subièt e Sua Maestà il Bollito-Fiera della Trippa). Inoltre saranno organizzate attività di educazione al consumo, rivolte specificamente ai ristoratori: è, infatti, attraverso la degustazione dei prodotti all’interno dei ristoranti che molte persone si avvicinano alla scoperta dei prodotti locali, che poi possono scegliere di ricercare nei loro acquisti. Oltretutto, i ristoratori sono loro stessi consumatori ed è innegabile che attraverso le scelte di acquisto per la propria attività hanno un impatto importante sull’economia locale.

Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino, afferma: «È fondamentale, per tutti gli attori che ruotano intorno al cibo, raggiungere una consapevolezza dell’impatto che le scelte di consumo hanno sui territori e sulle aziende. Avere una corretta informazione diventa necessario anche per sfatare false informazioni, spesso dettate da conoscenze superficiali. Si pensi per esempio alla carne. Attualmente, si tratta di un tema impregnato di giudizi spesso frutto di informazioni parziali o addirittura non veritiere. Acquisire una maggiore consapevolezza sui metodi di allevamento e sui diversi tagli della carne, è fondamentale per compiere scelte più accurate. Proprio per questo - continua Fabrizio Galliati -. Concentreremo l’attenzione sulla carne, per promuovere il consumo di carne bovina piemontese e locale, con la scoperta di tagli meno conosciuti».

Un’altra delle azioni previste dal Progetto, in partenza nei mesi a venire, vedrà il coinvolgimento delle scuole della città per orientare al consumo critico le generazioni future. Queste attività formative prevedono la collaborazione con gli orti urbani della Città, sui quali si intende agire un’azione di accompagnamento e rinnovamento. Agli ortolani urbani verrà offerta la possibilità di formarsi, con l’intervento dei tecnici di Coldiretti, oltre che la possibilità di effettuare acquisti collettivi, con nei vivai della città. Oltre agli orti urbani che vedrà coinvolti gli istituti scolastici, si continuerà a lavorare negli orti sociali condivisi già esistenti (housing sociale di Via Fiume, Casa Dolce Casa) e se ne potranno realizzare altri (ad esempio Case Vitrotti). Questi orti, oltre a rappresentare momenti d’incontro con i produttori agricoli, saranno occasione di socialità, in cui gli agricoltori potranno mettere a bene comune le proprie conoscenze e il proprio saper fare e gli utenti degli spazi individuati potranno imparare la cura della natura attraverso attività sociali e di gruppo.

Come dichiarano gli assessori all’Agricoltura e al Commercio di Moncalieri, Giuseppe Messina e Angelo Ferrero: «Questo tipo di attività sarà fondamentale per riappropriarsi della socialità, dopo le restrizioni dovute alla diffusione della pandemia. Il nostro impegno per il 2021 è quello di regalare una nuova speranza e restituirci leggerezza e normalità. Il progetto C.I.B.I. vuole essere il faro di questa speranza per una ripartenza sana, inclusiva e sostenibile».

 

-05-ColdirettiTorino2021

 

 

Scuola di pastorizia – secondo modulo

Clicca qui per scoprire tutte le informazioni

APP Campagna Amica